Recensioni

Recensione di “Inno all’amore”

Buongiorno cari miei lettori; si avvicina il giorno di San Valentino e ho pensato che non ci fosse occasione migliore di questa per parlarvi d’amore e di poesia.

Certo, l’amore va celebrato ogni giorno ma in fondo non c’è nulla di male a voler dargli un “compleanno”.

Quet’anno esce a fagiolo il primo volume di una nuova trilogia della Casa Editrice Bertoni EditoreInno all’amore, al quale seguiranno Inno alla Morte e Inno all’Infinito.

Tutti e tre i volumi di avranno come protagonista la poesia e sono a cura del Poeta e coordinatore del marchio “poesiaedizioni” della casa editrice, Bruno Mohorovich ma addentriamoci nell’amore.

Ho letto le 110 poesie mentre ascoltavo Indigo, poi Una mattina e Mariage D’amour di Yiruma… melodie uniche che hanno creato la perfetta ambientazione e delicatezza.

Bruno parte facendomi letteralmente innamorare: la sua introduzione comincia con una citazione della mia icona Emily Dickinson e prosegue descrivendo il suo significato d’amore dove io mi ritrovo perfettamente affine creando una premessa affascinante, delicata e dolce.

Mi sono addentrata nelle poesie con delicatezza e anche con speranza.

Ho cercato d’immaginare i vari scrittori mentre scrivevano quei versi e soprattutto cosa sentivano, cosa avesse generato quel sentimento ma poi, alla quarta poesia, ho smesso di analizzare perché mi sono scontrata con una parte di me che si sentiva perfettamente come quei versi e allora ho ricominciato il libro e ho assaporato ancora più emozioni.

Centodieci autori che si sono messi a nudo mostrando i loro sentimenti, il loro vissuto, i loro pensieri, desideri, sogni e anche dolori.

Centodieci poesie che descrivono infinite sfaccettature di questo immenso sentimento che tutti noi abbiamo provato almeno una volta nella vita.

Centodieci persone che donano il loro cuore al lettore e lanciano messaggi, inviti, desideri e anche insegnamenti.

Ho trovato l’amore dolce e romantico.

Ho rivisto quel sentimento carnale, passionale, viscerale.

Mi sono imbattuta in amori eterni, lunghi vite intere e immensi.

Ho rivissuto con il poeta, il suo ricordo di un amore passato.

Ho immaginato lo sguardo innamorato di chi descriveva l’amore tanto desiderato, agognato.

Ho rivissuto il mio amore tra molte delle poesie che ho avuto l’onore di leggere.

In questa raccolta ho davvero sentito che l’amore esiste ancora e che sono ancora molte le persone che fortunatamente ci credono e lo vivono.

Ho visto me stessa.

Ho visto gli occhi di mio marito.

Ho immaginato mia figlia quando s’innamorerà.

Ho letteralmente visto nella mia mente l’immagine di una ragazza innamorata che scopre per la prima volta cosa significa amare ed essere amati.

In queste poesie ho trovato gioia, speranza, sostegno, mancanza, desiderio, passione; tutte sfaccettature dell’amore.

Le poesie mi hanno trasmesso l’importanza del rispetto, del dialogo, del tatto, della riflessione, della libertà.

È stato stupendo tuffarmi in queste centodieci forme poetiche tutte differenti: alcune dialettali, altre concise, alcune nette, molte delicate, ermetiche talune ma soprattutto, tutte quanti uniche, sentimentali e raffinate.

Ho trovato poesie di autori che conosco personalmente e, leggendo questi loro testi, ho esattamente rivisto l’autore e il suo modo d’essere, di vivere, di sentire.

Amore. Anche io, lo sapete, ho provato e provo a scrivere di questo sentimento vulcanico e credo profondamente nel suo potere, nel suo valore.

Grazie a questo libro ho capito che esistono infiniti modi d’amare, milioni di modi per esprimere e sentire l’amore.  

Inno all’Amore è uno scrigno magico e dolce dove scaldare il cuore, emozionarsi ed emozionare.

E cos’è per voi l’amore?

Un abbraccio

La vostra Ele

2 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.