Recensioni

Recensione di “Vivere”

Buongiorno amici, oggi voglio parlarvi di una nuova silloge poetica edita da una casa editrice appena nata ma con un grande potenziale: la Dragonfly edizioni.

Vivere…una banalità, un’ovvietà, un qualcosa di implicito penserete e invece no.

Viviamo tutti, camminiamo tutti, respiriamo tutti, guardiamo tutti ma c’è vita e vita.

Vivere è una silloge poetica che incita a godere delle emozioni, a lasciarle percorrere il nostro cuore e la nostra mente anche se dovessero rimanere delle cicatrici.

Vivere ci sprona a guardare ciò che ci circonda e la nostra vita da un punto di vista differente, da una prospettiva dimenticata o semplicemente dal profondo che spesso non riusciamo nemmeno a percepire.

Vivere è come un grande arcobaleno di emozioni dove ad ogni colore è associata una sensazione: tristezza, amore, passionalità, preoccupazione, gioia, dubbio, insicurezza, serenità, fiducia.

Ci troviamo davanti anche ad autocritiche, a un mettersi a nudo che potrebbe portare l’autore a sembrare debole davanti agli occhi dei bigotti ma invece racchiude forza, presa di coscienza, amore per se stessi e per gli altri perché è come se lui stesse enunciando di godere di ogni emozione perché essa è vita ed è fondamentale per il domani ma anche per il presente.

Nelle sue poetiche -a volte ammetto un pò danzanti come cantilene- troviamo estratti della vita quotidiana di Francesco ma anche della mia e sono sicura anche della vostra.

Troviamo dolori e anche autocritica.
Ci imbattiamo nei sentimenti e nelle vicissitudini di ognuno di noi e nella paura della solitudine.

Solitudine che abbiamo provato tutti e che fa un pò paura, che ci fa salire il nodo in gola e lui lo mette nero su bianco, lo evidenzia perché non c’è nulla di male nell’ammettere cosa proviamo, cosa ci incute timore.

Le sue poesie scaldano il cuore per la dolcezza e l’amore che trasudano, per la verità che in poche righe -chiare e limpide- lui delinea e racconta.

Ecco, Vivere è una silloge poetica dove ogni poesia rimanda a un racconto mentale del nostro vissuto e di quello dell’autore dove è inevitabile ritrovarsi ed emozionarsi.

Una scrittura schietta, diretta, dolce e introspettiva; azzarderei moderna.

Ecco amici, queste sono le mie modeste riflessioni su un nuovo poeta emergente che potete leggere e assaporare anche voi.

Vi avviso che gli ho posto delle domande, dei quesiti per scoprire di più chi è Francesco Gallina e cosa si cela dietro alla sua poetica quindi rimanete connessi.

Vi abbraccio

La vostra Ele

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *