Recensioni

Recensione di Come arde il mio cuore – lampi nell’animo caos nelle ossa”

Titolo: Come arde il mio cuore – lampi nell’animo caos nelle ossa 
Autrice: Nikita Gill
Casa editrice: Rizzoli
Vagavo tra le corsie di una grande libreria quando mi fermai per la consueta scelta nel reparto “poesia” e fu lì che a Michele, mio marito, cadde l’occhio sulla copertina di questo libro e me lo regalò; non poteva farmi regalo più azzeccato e gradito… una raccolta di poesie che amerò per sempre.

Nikita, l’autrice, ha 30 anni, è ango-indiana ed è una poetessa dei nostri giorni…sinceramente credo sia una grande Donna, piena di carattere, sicurezza ed intelligenza.

La prima cosa che dovete sapere è che ogni suo scritto rappresenta fortemente il suo credo e la sua determinazione verso una piena indipendenza e forza delle donne; attraverso molti dei suoi scritti lei si fa paladina, portavoce, consigliera, amica e compagna in questo mondo moderno ma ancora troppo retrogrado nei nostri confronti.

La sua lirica è dolce e soave come un petalo di rosa ma anche diretta, dura, schietta e determinata…come siamo e dovremmo essere sempre noi donne.

Nelle sue poesie si possono trovare astronomia, cultura, emozioni, favole moderne ma soprattutto forza e tenacia; è un costante atto di richiamo e aiuto verso le donne che non si amano, che non si valorizzano, che vengono denigrate, usate, sminuite e violentate.

Eh già, Nikita non si pone freni ma parla apertamente degli stupri, del dolore che la donna prova, delle lacerazioni psicologiche –oltre che fisiche- che fa fatica a dimenticare e superare; da questa frattura dell’animo lei parte e insegna ad amarci, a volerci bene e a pensare a noi stesse senza paure, senza bisogno di altri per esser felici.

È un messaggio importante e purtroppo sempre più indispensabile al giorno d’oggi.

Ora vi saluto lasciandovi un pezzetto di un suo scritto:

“Fiabe della buonanotte”

Quando tua figlia ti chiede una favola della buonanotte, di quelle con cui sei cresciuta tu, spero che le racconterai versioni migliori.

[…]

Spero che nelle tue storie le ragazze sappiano trarsi in salvo da sole da ogni pericolo. E nessuna torre, nessun mostro e nessun drago e nessun re possa mai impedire loro di fare quello che vogliono.

Un abbraccio,

la vostra Ele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *