Recensioni

Recensione di “Signoramia”

Titolo: Signoramia
Autori: Elena Dallorso e Francesco Nicchiarelli
Casa editrice: Feltrinelli
Ciao ragazzi, ho comprato questo libro convinta di innamorarmene ma sono rimasta delusa.
La trama presagiva che si trattasse di un racconto inglobato con messaggi ed e-mail ma pensavo ci sarebbe stata anche la parte narrativa; invece questa è assente.
Il filo conduttore di quest’amicizia moderna nata sui social, è il cibo; ai protagonisti, Francesca e Fabio, piace sperimentare ricette e dedicarsi con amore e passione al cucinare e così, tra una ricetta e l’altra scambiata su un sito di cucina, passano a scambiarsi i contatti ma senza che Fabio riveli la sua vera identità.
Francesca infatti crede di scrivere a Maria, una donna romana con la quale instaura una sincera amicizia che porta a dubbi risvolti.
Il libro ha circa 340 pagine che si leggono comodamente in poco più di 3 ore data la sinteticità di alcune parti (ovvero brevi sms) e la moltitudine di ricette perfettamente descritte.
E’ si vero che la cucina fa da filo d’unione ma in questo testo prende un pò il sopravvento!
Personalmente ho trovato questo testo “tirato”, costretto e banale; potrebbe avere delle basi solide sia per parlare delle amicizie moderne nate sui social sia per delineare come la tecnologia oggi dia modo di condividere le proprie passioni con un gruppo di appassionati che distano anche milioni di chilometri e, perché no, potrebbe anche parlare d’amore ai tempi dei social!
Ma tutto è stato alquanto approssimativo e banale.
Di sicuro la scrittura è priva di errori o refusi ed è conforme a un libro tipicamente leggero adatto alle vacanze ma credo che ci sia di meglio.
Però, amanti della cucina -soprattutto romana-, non fatevelo scappare perché contiene un numero enorme di ricette ben scritte e chissà, magari diventa un ottimo libro di cucina!
Elena Dallorso, ligure di nascita, romana d’adozione e milanese per amore, ha lavorato in Rai e poi in un grande gruppo editoriale; appassionata di giornalismo.
Ora scrive per “AD”.
Francesco Nicchiarelli è un ingegnere nato a Roma. Nel 2000 ha fondato una piccola casa cinematografica indipendente.

Vi abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *