Recensioni

Recensione di “Biancaneve e i settenari”

Titolo: “Biancaneve e i settenari” antologia di poesia giocosa

Casa editrice: Bompiani

Cari lettori, ultimamente la mente e il tempo sono sempre più affollati ma non mi dimentico di leggere, anzi.

La lettura mi calma e, camminando tra le vie d’Iseo, questo volume mi ha incuriosita ed è finito subito tra le mie mani.

Sette autori, sette giocosi e mentalmente complicati scrittori che ti mettono alla prova creando poesia unica, sovversiva, emblematica e ricca di precisione.

Ogni lirica è differente e richiede attenzione minuziosa e analisi ancora più ricercata.

Non si tratta per nulla di una poetica per tutti.

Prima di tutto, a mio parere, bisogna amare tutto quello che riguarda vocaboli e logica, come la settimana enigmistica e la cultura letteraria.

Dopodiché, mente aperta e tanta voglia di giocare per scoprire il celato, il descritto senza dire, il mimetizzato o, l’opposto.

Addentrarsi in questo libro richiede tempo, lentezza, apertura mentale e logica.

Alcune liriche colpiscono all’istante, altre richiedono più lucidità e fermezza. Silenzio e quiete. Quasi come a studiare.

Ciò che si evince è, in primis, la sua unicità e la potenza letteraria racchiusa in queste sette firme importanti e uniche.

Giocando con le parole scrivono poesie uniche sotto ogni aspetto.

Alla prossima recensione, la vostra Ele

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.