Recensioni

Recensione di: “Il grillo narrante”

Buon pomeriggio amici, vi chiederete come mai vi sto rompendo di nuovo oggi ma sapete che quando io termino un libro, fatico a trattenermi e voglio subito condividere con voi la mia opinione; così eccomi qui di nuovo farvi compagnia.

Oggi non si tratta di un romanzo bensì di un testo di crescita e costruzione creato dalla fusione tra racconti, fiabe, vita vera e poesia.

Massimiliano, l’autore, ha dipinto un mondo.

Ha dato voce a sé stesso, alle sue opinioni, competenze, vissuti e riflessioni per poter aiutare ognuno di noi a trovare e rispettare noi stessi dandoci il giusto valore ma sapendoci assumere anche le nostre responsabilità.

Attraverso episodi della sua vita, immergendoci nelle sue fiabe, librandoci nelle sue poesie, è inevitabile lo scontro con la nostra parte più intima, più nascosta forse anche al nostro inconscio.

L’autore tratta ogni consueta abitudine, ideologia, stile di vita e sensazione che fa parte del mondo odierno e di molti di noi.

Denuncia ed enuncia aspetti di vita, di emozioni, di sentimenti e silenzi che la società di oggi, egoista e malefica, preferisce nascondere.

Il grillo narrante è un manifesto emotivo, psicologico, personale e profondo!

E’ un dipinto moderno che valorizza noi stessi, ci insegna a rispettarci, tutelarci, amarci, conoscerci e accettarci.

Questo libro, anche propriamente per com’è strutturato, rappresenta un percorso di crescita personale, di terapia di auto-aiuto o semplicemente di ricerca di chi siamo veramente.

Massimiliano ripercorre la sua vita e percorre quella di tutti noi senza dire nulla e dire tutto…ogni lettore trova indubbiamente anche solo un frammento di sé.

E’ un continuo guardarsi allo specchio così profondo che a volte fa mancare il respiro; mette in discussione, fa paura e disgrega anche le certezze apparenti ma questo non  deve fermare il lettore, anzi.

Man mano che si proseguono le pagine, cresce la consapevolezza, la visione, la “luccicanza” di ognuno di noi.

A me personalmente non è parso di leggere un libro, bensì di aver Massimiliano qui di fronte a me che mi raccontava piano piano tutto questo e non come un rapporto medico/paziente bensì come un amico che sa ascoltare e che ti abbraccia senza che tu sappia nemmeno di averne bisogno.

Non saprei dire se si tratta di un testo più psicologico o filosofico (spero non me ne voglia l’autore) ma posso affermare con certezza che questo libro sarà uno di quelli che mai spariranno dalla mia libreria e sono sicura che lo leggerò e rileggerò ancora perché quando senti di aver tra le mani un’opportunità per migliorarsi per il puro e sano bene di se stessi, allora non rischi di perdere questa occasione perché la vita è una ma spesso non è accompagnata da chi veramente ci merita e siamo solo noi gli artefici del nostro “poi” e gli unici che possano davvero darsi il giusto giudizio e valore.

Insomma cari miei amici, ho infiniti appunti su questo libro, ho infiniti pensieri, ho infinite emozioni ma non saprei tracciare un filo lineare proprio perché nulla nella vita è schematico e pragmatico quindi racchiudono tutto in un imperativo: amatevi e rispettatevi! 

Non fermatevi alla superficie della vita vostra e di chi amate.

Vivete, siate voi stessi e tutto avrà sicuramente un peso differente.

Direi che anche per oggi vi ho accompagnato abbastanza tra le pagine di un libro.

Vi auguro ogni gioia possibile

Un abbraccio

La vostra Ele

2 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.