Recensioni

Recensione “Ogni giorno sceglierò te”



Ciao amici, eccoci qui con un’altra recensione.

Tutto inizia una mattina quando Emma si sveglia e trova un biglietto di Giorgio in cucina: tutto è finito, la sua unica storia d’amore durata anni è al capolinea e con lei le sicurezze, le certezze e la sua armonia.

Dopo un pò di riflessione e aiuto da parte della sua migliore amica Sofia, Emma decide di partire per il cammino di Santiago con la speranza di trovare davvero risposte e serenità.

Zaino in spalla e via; tutto procede meglio di quanto credesse finché non si sloga la caviglia ed è costretta a fermarsi in un ostello per poter riposare qualche giorno.

Lì inevitabilmente inizia a conoscere tanti pellegrini e anche il padrone, Ramon, con il quale nasce un bel rapporto.

Ma dove la porterà tutto questo viaggio? Cos’accadrà alla giovane protagonista?

Quando ci si adagia in una vita “compilata” si rischia di perdere se stessi.

Quando tutto ci scivola addosso senza rendercene conto perdiamo la vitalità e ci troviamo vuoti senza saperlo.

Emma si ritrova così e decide di provare a dare uno scossone alla sua vita o forse di trovarne finalmente un senso.

Ci sono tanti modi per trovare se stessi e la nostra protagonista ci riesce percorrendo un percorso fisico che viaggia pari pari con uno mentale.

In questo turbinio di cambiamenti ci sono delle costanti che sono la famiglia e l’amicizia vera; quella che supera distanze e diversità.

Infine c’è l’amore, quello verso se stessi e quello verso la persona per cui si può anche decidere di cambiare la propria quotidianità.

Luna ci porta una storia giovane, sincera e animata da tanto sentimento e voglia di crescere.

L’autrice ci mostra come ci si fermi a volte in storie spente e quanto sia importante trovare la propria strada e dimensione.

La storia è piena di significato e di attenzione verso i sentimenti; sinceramente il discorso prevalentemente indiretto rischia di appesantire la lettura e avrebbe bisogno di una revisione in quanto ci si trova davanti ad alcuni errori e a delle ripetizioni che con un buon editing lo renderebbero più scorrevole e dolce.

In sostanza credo che questo romanzo sia adatto soprattutto a delle ragazze e giovani donne che devono ancora capire cosa significhi davvero amare se stessi, trovare la propria dimensione ed essere amate.

Una storia d’amore a molteplici strati…una storia di sogni e vita, una storia che è un pò quella di tutte noi.

Un abbraccio

La vostra Ele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *