Recensioni

Due bookblogger e un libro

Ciao amici, circa due anni fa ho incontrato sul web Loris Sogne, il @illettoreimpertinente, e piano piano abbiamo iniziato a condividere pensieri riguardo ai libri e a instaurare un’amicizia che oggi ci porta a parlarvi di un nuovo “progetto” che abbiamo deciso di avviare insieme.

Tra pochi giorni, circa a metà marzo, io e Loris Sogne @illettoreimpertinente inizieremo a leggere un nuovo romanzo edito da Neri Pozza; si tratta di “Le sette morti di Evelyn Hardcastle” scritto da Stuart Turton.

E voi vi starete chiedendo cosa andremo a fare di così particolare…

beh, forse niente o forse tutto.

Leggeremo contemporaneamente il libro e ne disquisiremo tra di noi ma mano condividendo poi alcuni spezzoni con voi affinché piano piano possiate scoprire cosa si cela dietro a queste pagine.

Condivideremo con voi i nostri pensieri in merito, le nostre osservazioni, le nostre opinioni come in una sorta di forum dove poi potete porci delle domande riguardo alla lettura e uno di noi vi risponderà con immenso piacere.

Per finire, terminato il libro, potrebbe proprio nascere una recensione a due mani, o meglio a 4 mani dato che la scriviamo al computer!

Due punti di vista magari differenti che vi possono dare uno sguardo più ampio sul libro e sulla trama.

Voi che dite?

Seguiteci sui nostri profili Instagram e non ve ne pentirete!!!

@elenia_stefani

@illettoreimpertinente

E chissà, magari questo sarà solo l’inizio di una nuova condivisione di lettura tra me e il mitico Loris @illettoreimpertinente !

Ora vi lascio la trama del libro e vi aspetto numerosi sui nostri profili!

…..

Le sette morti di Evelyn Hardcastle

TRAMA:

Blackheath House è una maestosa residenza di campagna cinta da migliaia di acri di foresta, una tenuta enorme che, nelle sue sale dagli stucchi sbrecciati dal tempo, è pronta ad accogliere gli invitati al ballo in maschera indetto da Lord Peter e Lady Helena Hardcastle. Gli ospiti sono membri dell’alta società, ufficiali, banchieri, medici ai quali è ben nota la tenuta degli Hardcastle. Diciannove anni prima erano tutti presenti al ricevimento in cui un tragico evento – la morte del giovane Thomas Hardcastle – ha segnato la storia della famiglia e della loro residenza, condannando entrambe a un inesorabile declino. Ora sono accorsi attratti dalla singolare circostanza di ritrovarsi di nuovo insieme, dalle sorprese promesse da Lord Peter per la serata, dai costumi bizzarri da indossare, dai fuochi d’artificio.

Alle undici della sera, tuttavia, la morte torna a gettare i suoi dadi a Blackheath House. Nell’attimo in cui esplodono nell’aria i preannunciati fuochi d’artificio, Evelyn, la giovane e bella figlia di Lord Peter e Lady Helena, scivola lentamente nell’acqua del laghetto che orna il giardino antistante la casa. Morta, per un colpo di pistola al ventre.

Un tragico decesso che non pone fine alle crudeli sorprese della festa. L’invito al ballo si rivela un gioco spietato, una trappola inaspettata per i convenuti a Blackheath House e per uno di loro in particolare: Aiden Bishop. Evelyn Hardcastle non morirà, infatti, una volta sola. Finché Aiden non risolverà il mistero della sua morte, la scena della caduta nell’acqua si ripeterà, incessantemente, giorno dopo giorno. E ogni volta si concluderà con il fatidico colpo di pistola.

La sola via per porre fine a questo tragico gioco è identificare l’assassino. Ma, al sorgere di ogni nuovo giorno, Aiden si sveglia nel corpo di un ospite differente. E qualcuno è determinato a impedirgli di fuggire da Blackheath House…

Accolto dall’entusiasmo della critica al suo apparire, vincitore del Costa First Novel Award, Le sette morti di Evelyn Hardcastle è, come ha scritto il Financial Times, «qualcosa in cui il lettore non si è mai imbattuto fino ad ora», un romanzo geniale in cui Agatha Christie incontra Black Mirror.

Vi abbraccio

La vostra Ele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *