Recensioni

Recensione di “Con te fino alla fine del mondo”

Titolo: Con te fino alla fine del mondo
Autore: Nicolas Barreau 
Casa editrice: Universale economica Feltrinelli
Ciao ragazzi, chissà quando pubblicherò questa recensione…oggi, mentre la scrivo, mi trovo seduta sul divano della casa al mare, beata ad ascoltare la pace e un leggero risuono prodotto dalle onde che si infrangono a riva; è l’ultimo pomeriggio dell’anno e ho appena finito di leggere questo dolce romanzo romantico e non posso chepensare a quanto l’amore sia sempre davanti ai nostri occhi.

Jean-Luc è un giovane uomo che vive nella splendida e romantica Parigi -già la città trasuda amore- dove gestisce una piccola galleria d’arte; il nostro protagonista è un eterno dongiovanni -anche senza volerlo- che si trova a divedere la quotidianità tra artisti, collezionisti e il suo amato cane Cézanne.
Una mattina, cercando tra la posta, in mezzo alle bollette trova una busta azzurra con una lettera scritta a mano per lui: è una dichiarazione d’amore e di passione in stile Ottocentesco, dove la giovane e sconosciuta Principessa -così si ferma la mittente- dichiara apertamente i suoi sentimenti e desideri, anche sessuali, verso Jean-Luc lasciandogli anche un’originale indirizzo e-mail al quale spera di ricevere risposta.
Un pò titubante e indeciso, Jean-Luc risponde alla missiva e tra i due inizia una fitta corrispondenza che richiama subito il film “C’è posta per te” con Tom Hanks e Meg Rayn; questa nuovo “impegno” scombussola il nostro protagonista che cerca in ogni modo di scoprire chi sia la fantomatica innamorata che riesce sempre a sapere ogni cosa che Jean-Luc fa e lo punzecchia attirandolo ancora più verso di lei.
Chi si celerà dietro a queste astute, seducenti, eleganti e provocatorie e-mail? Cos’accadrà al giovane Jean-Luc?
Lascio a voi scorprirlo!

Non è il primo romanzo che leggo di Nicolas Barreau ed è un’altra conferma del suo stile, della sua bravura e capacità di innamorare il lettore verso il suo scritto.
Questo libro si dimostra un tesoro di romanticismo e realismo che incanala il lettore nella vita del protagonista portandolo a desiderare di essere al suo posto e vivere direttamente questa vicenda.
Lo scrittore informa il lettore che questo racconto è basato su una storia realmente accaduta creando ancora di più un legame e desiderio da parte del “ricevente”; inoltre ogni luogo di Parigi è così sapientemente scritto che nella mente ci si costruisce un vero e proprio film che mi ha portata a desiderare di tornare nella città dell’amore al più presto.
Potrei dilungarmi su come questo testo sia travolgente ma preferisco solo farvi sapere che è proprio vero che spesso abbiamo le risposte davanti agli occhi ma non ce ne rendiamo conto e andiamo a cercarle nei posti e nelle persone più disparate.
Viva l’amore sempre e comunque.

Vi abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *