Recensioni

Recensione di “Come quando eravamo bambini”

Titolo: Come quando eravamo bambini
Autore: Guido De Rossi, campagna crowdfunding della Casa Editrice Bookabook 📖

Ciao ragazzi, eccomi qui a parlarvi di un piccolo romanzo che potrebbe finire tra le vostre mani.

Elena e Jacopo sono due adulti che si “incontrano” nel mondo dei social network iniziando una relazione virtuale nella quale riescono ad essere loro stessi liberando quel loro lato che celano a tutti, compagni compresi, creando un legame talmente forte da poter essere paragonato a quello tra un marito e una moglie nonostante non si siano mai visti dal vivo ne abbiamo mai sentito l’uno la voce dell’altro.
Nel raccontarsi le loro giornate scopriamo quanto siano coscienti che le rispettive scelte di vita e di coppia non li rendano felici; nelle loro menti e nei loro cuori la verità è incisa ma ammetterlo è cercare di perseguire quella strada risulta al quanto difficile.
A far da “contorno” c’è Inna, una prostituta per scelta, che tira le fila di questa storia moderna e che si scoprirà essere una parte fondamentale di questo racconto ma…come andrà a finire tra Elena e Jacopo? Lo lascio scoprire a voi.

La storia che Guido ci dona rappresenta uno spiccato della vita moderna dov’è capita di ritrovarsi a proprio agio dialogando con uno sconosciuto in rete rispetto al confronto con coloro che fanno parte della nostra vita reale con il rischio di provare un sentimento forte verso questa relazione virtuale segreta mandando a rotoli quella esistente.
Un altro aspetto che l’autore ci porta a conoscenza riguarda la parte erotica inserita che rappresenta quello che è un classico desiderio erotico maschile però, in questo caso, viene narrato principalmente dal punto di vista femminile dimostrando, a mio modesto parere, quanto anche nelle donne ci possa essere un desiderio cosí “trasgressivo”; questa breve parte del romanzo risuona nei miei pensieri come a voler dire “Vivete la sessualità, siate voi stessi anche in questo aspetto della vita!”.
Una storia moderna in una Torino che incanta e un finale che non ti aspetteresti mai!!!
Io ho avuto l’opportunità di leggerlo e ora tocca a voi; se volete che questo romanzo vada in stampa basta che clicchiate sul link sottostante e lo preordiniate sul sito della casa editrice Bookabook!

https://bookabook.it/libri/eravamo-bambini-giocavamo-rincorrerci/

Vi abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *