Blog

Un concerto in amore

Un concerto in amore


Da poetessa, credo che la musica sia una forma poetica diretta, potente e coinvolgente; quando ascolto una canzone mi trovo a cercare subito il testo per poterlo comprendere fino in fondo e cercare di viverlo come una perfetta poesia.

Con Renga questa visione è sempre stata una costante fin dai suoi esordi tanto che sono praticamente innamorata di ogni sua canzone e la conosco a memoria; quando mi sono trasferita a Brescia circa 10 anni fa, non sapevo nemmeno che vivesse in questa città e figuratevi lo stupore quando ho scoperto che vive addirittura di fianco a casa mia!
Pochi mesi dopo il mio arrivo in questa città che mi ha accolta, ho trovato una locandina di un suo concerto che avrebbe tenuto tra le cave di marmo di Botticino; non vi dico che emozione poterlo sentire in uno scenario così inusuale e magnifico -penso che Miky ne fosse geloso-!

Quest’anno, proprio a ridosso della festa della mamma, ho festeggiato anche l’onomastico e, per quell’occasione, il mio maritino ha deciso di regalarmi due biglietti per il concerto di Renga all’Arena di Verona…non vi dico che gioia!

L’Arena è forse l’emblema di Verona ma non è l’unico monumento da vedere o l’unica attrazione da fotografare; trovo sempre magnifico camminare nelle vie del centro, passeggiare tra le bancarelle di Piazza delle Erbe arrivando fino alla casa di Romeo e Giulietta.
E’ poi romanticissimo ammirare il fiume dai ponti che circondano la città e, per i più romantici, fotografarsi di fronte all’Arena seduti sulla scultura a forma di cuore che c’è lì di fianco.

Ma torniamo al concerto, uno spettacolo immenso dove la poesia riuniva centinaia di persone divenendo un porto sicuro dove trovare riparo e liberarsi dai pensieri.
Ad un certo punto tenevo in mano un palloncino giallo e sentivo i bassi vibrare in esso mentre le punte delle mie dita assorbivano questo suono arrivando fino al cuore demolendo ogni pensiero negativo e semplicemente donandomi libertà.
So che può sembrare assurdo ma io sono convinta che la musica, l’unione di parole e sinfonia, possa davvero cambiare le emozioni, i pensieri e gli stati d’animo che ci circondano.
Io non potrei farne a meno e voi?
In tutto questo c’era Miky che si prodigava a scattare foto e fare video cosicché io potessi condividere con voi questa serata magari facendovi vivere un pochino di magia musicale attraverso queste mie brevi parole e le foto.

Una serata diversa, dove il concerto è stato anche un pretesto per dedicare una serata a me e a lui perché, oltre ad essere genitori, dobbiamo ricordarci sempre che siamo anche un marito e una moglie -o un compagno e una compagna- e questo legame, questa unione, secondo me, va sempre alimentata e vissuta!

Ora vi lascio alcune foto del concerto, spero vi possano piacere!

Un abbraccio Elenia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *