Recensioni

Recensione di ”Questioni di sangue”

  • Autrice: Anna Vera Viva
  • Casa editrice: Garzanti

Buongiorno cari lettori, sono qui a riva con il mare addosso e ho appena terminato questo giallo. 

Napoli, una città che non conosco, un luogo visto solo attraverso film e cronaca… forse solo una faccia della medaglia. 

È a Napoli che torna Raffaele, un prete che da piccolo era stato affidato a una famiglia e che si ritrova ad amministrare la parrocchia della sua città. Questo avvenimento lo scuote, riporta a galla il suo passato, i suoi dolori e, senza dubbio, i suoi legami, soprattutto con suo fratello maggiore, colui che ora è il boss di quella zona. 

Cosa succederà? 

Sangue… sangue versato ma anche sangue comune. La famiglia, i legami, il territorio. 

Non conosco Napoli ma la prima cosa che posso dirvi è che ora andrei subito a visitarla, a scoprirla e giudicherei diversamente alcuni abitanti… non tutti. 

Si tratta di un noir ben costruito, con una trama ben delineata ed esposta mostrando ogni sfaccettatura dei personaggi, lugubri, pericolosi e disgraziati.

Magnifica e realistica anche la parte dedicata all’investigazione; una chicca che non mi aspettavo di trovare ma che può destabilizzare alcuni lettori. 

Durante il testo vi è una sorta di analisi continua che, nella parte conclusiva, sorprende il lettore e da un valore ancora più importante al protagonista. 

I legami, il passato, il dolore e la crescita. 

La possibilità di trovare la propria strada. 

Di lottare per una vita onesta, giusta. 

Il ruolo della famiglia che genera inevitabilmente conseguenze nella vita dei figli. 

Un concatenarsi di riflessioni proprio su questo. 

Con una scrittura veloce ma profonda, con una grande capacità di coinvolgere il lettore anche con tematiche difficili e profonde, l’autrice tratta argomenti odierni, delicati, complicati e importanti. 

Alla prossima recensione, la vostra Ele

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.