Recensioni

Recensione di “Brucerò fra i miei versi”

Buonasera cari lettori, come sono andate le giornate natalizie appena trascorse?

Stasera mi sono goduta la famiglia guardando “Mamma ho perso l’aereo” e leggendo questa raccolta poetica che l’autore mi ha donato.

Si tratta di un libro breve, sincero e, a mio modesto parere, molto personale e viscerale.

Le liriche sono quasi a briglia sciolta come se si trattasse di un monologo diretto.

La prefazione dell’autore direi che rispecchia ciò che poi si va a leggere nei suoi testi e si capisce ciò che egli pensa e vuole che arrivi al lettore.

Le poesie sono concise, dirette, personali e, come esprime lui stesso, vi è sempre una parte malinconica, triste e affettiva.

Personalmente ritengo che ci vorrebbe un cambio d’impaginazione che renderebbe più carino il libro (io l’ho letto nella versione PDF) e un piccolo editing perché alcune peculiarità credo possano danneggiare la scioltezza della lettura.


Espresso questo mio piccolo lato negativo, direi che la poetica di Armando Grosso ben si colloca nel contesto moderno sia per tipologia scrittoria sia per tematica e dimostra come molti sentimenti personali anche inconsci siano fondamentali e parte integrante di ognuno di noi. Da Dio all’ebbrezza, la tecnologia dominante di oggi, la solitudine, la società e la creatività si distribuiscono nelle sue liriche arrivando al lettore. 

Sono certa che molti si possano ritrovare nei suoi scritti.

Alla prossima recensione, la vostra Ele

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.