Recensioni

Recensione di “Il resto è un rumore lontano”

Titolo: Il resto è un rumore lontano

Autrice: Serena Lo Presti

Casa editrice: Bookabook

Ciao amici, so che è sabato sera e che probabilmente molti di voi stanno pensando a tutto fuorché ai libri ma la mia passione per la lettura mi divora a ogni ora del giorno e della notte.

Oggi, o meglio pochi minuti fa, ho finito di divorare questo romance con cui apro una nuova collaborazione con la casa editrice Bookabook.

Sam è giovane ma con una famiglia traballante: un padre con problemi di droga e gioco d’azzardo e una caffetteria da gestire per colpa sua.

Proprio in questo coffee shop incontra Scott e se ne innamora ma la loro storia si dimostra subito essere traballante se non proprio impossibile ma cos’accadrà alla giovane e sognatrice Samantha?

“Il resto è un rumore lontano” è una storia giovanile ma forte.

Un’esperienza di vita importante dove un’adolescente deve crescere improvvisamente e provvedere lei alla famiglia mentre vive i primi drammi dell’amore, le prime cotte, le prime problematiche che la colgono impreparata e in balia di emozioni contrastanti.

Una storia che indubbiante la farà crescere e maturare anche soffrendo.

L’autrice ci mostra una protagonista sognatrice che si difende con cinismo. Un personaggio nel quale tutte noi ci possiamo rivedere perché chi di noi non ha sognato un amore romantico che vince su tutto?

Serena ci butta addosso le problematiche di oggi, le sofferenze, gli abbandoni giovanili dove i ragazzi di oggi si ritrovano soli, abbandonati e in preda ad emozioni che non sanno gestire.

Che ci si trovi a New York o in un paesello della provincia, le emozioni, i drammi, i dubbi e le difficoltà di oggi sono sempre le stesse.

L’autrice ha una scrittura diretta, romantica anche, ma tristemente reale; riesce a catapultarci nelle emozioni della protagonista, nei suoi drammi e nelle sue confusioni senza rendere banale o scontata la storia infatti il finale risulta totalmente inaspettato ma con un’immensa vena poetica e un grande insegnamento perché, giusto o sbagliato che sia, il primo amore non si scorda mai e farà sempre da perno per tutte le storie future.

Un altro messaggio importante riguarda l’amicizia: quel legame scelto che supera assenze, confini, dolori e divergente; un legame che diventa immenso, possente e continuativo più di un legame di sangue.

Insomma amici, un romanzo giovanile, romantico ma con una profondità che dovrebbe coinvolgere anche noi adulti perché molto spesso non ci rendiamo conto di quanto magari i nostri figli (io penso già a quando Carlotta vivrà l’adolescenza) siano allo sbaraglio e senza qualcuno con cui confidarsi e affrontare le prime problematiche d’amore.

Ora, come sempre, tocca a voi leggere questo libro magari davanti a una bella tazza di caffè fumante.

Vi aspetto al prossimo libro

Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *