Recensioni

Recensione “Atti osceni in luogo privato”

Titolo: Atti osceni in luogo privato

Autore: Marco Missiroli

Casa Editrice: Economica Feltrinelli
In alcuni gruppi di lettura ho letto opinioni contrastanti riguardo questo libro e, incuriosita, ho deciso di acquistarlo.

Il risultato è stato che l’ho divorato in meno di un giorno e ne sono rimasta davvero sorpresa. 
In quelle pagine viene racchiusa buona parte della vita di Libero, un solitario italo-francese.

Il romanzo inizia con lui dodicenne che spia la madre con l’amante e in quel modo inizia a scoprire la sessualità.
Questa partenza farà si che il lettore scopra piano piano tutta la vita di Gran Libero: i suoi amori, la sua crescita emotiva, fisica, intellettuale, sessuale e relazionale passando dalla giovinezza fino all’età adulta che porta con sé una famiglia.
Il sesso, che magari penserete volgare, è il filo conduttore del romanzo ma questo libro non l’ho trovato sconcio. L’approccio all’erotismo è più blando di quanto si possa pensare ed è solo un aspetto di tutta la narrazione.
Quando l’ho terminato ho subito pensato che è un libro molto moderno e forse ancora difficile da capire e accettare. Si tende sempre a celare la sessualità, a nasconderla, a negarla; quando è una parte innata, spontanea e fisiologica (oltre che emotiva) di ogni individuo e qui viene presentata proprio così.
Per non parlare degli spunti relazioni tra genitori e figli che si nascondono in queste 147 pagine… insomma… Marco Missiroli ha abbattuto un muro di pregiudizio e bigottismo…tanto di cappello!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *