Recensioni

Recensione di “Il club delle lettere segrete”

Titolo: Il

club delle lettere segrete

Autrice: Angeles Donate
Casa editrice: Universale economica Feltrinelli
Ciao amici, eccomi qui con una nuova recensione di un libro che è entrato nel mio cuore.
Chi di noi non ha mai scritto una lettera?
Io ne ho scritte molte e tutt’ora mi trovo a scriverne per amici, amori e conoscenti.
Trovo che, come nella poesia, nella lettera si possano racchiudere emozioni e sentimenti che difficilmente si condividerebbero a dialogo aperto con le persone.
Non importa cosa si nasconda dentro le pagine di una lettera -può narrare d’amicizia, d’amore, di quotidianità, di banalità- ma è la condivisione di un pezzo della nostra vita con qualcuno che magari conserverà per sempre il nostro messaggio.
Ecco, Angeles parla di un piccolo paesino, Porvenir, dove tutti si conoscono -stile la mia Combai- ma forse non fin in fondo.
Parla di un momento moderno in cui la corrispondenza epistolare sta sparendo vinta dalle email e dai brevi e striminziti sms.
Parla di Sara, la postina del paese, che sta rischiando il trasferimento per mancanza di lavoro nel suo paese natale.
E così, dinanzi a questo cambiamento che scombussolerebbe una famiglia ma anche una comunità, ecco che prende il via una corrispondenza di lettere segrete con lo scopo di portare lavoro alla dolce postina.
Lettere tra sconosciuti e amici che iniziano a condividere pensieri, riflessioni e anche banalità apparentemente per aiutare Sara ma anche per ritrovare un pò se stessi.
A far da contorno a questa storia s’intrecciano le vicende d’amore di Alma, Alex, Fernando, Rosa, Luisa, Tomas e tanti altri; amore passionale e amore amichevole.
Ma chi avrà dato il via a questa carovana epistolare? 
Direi che l’autrice parla anche d’amore amichevole evidenziando le gesta d’affetto, il sostegno, l’aiuto, la vicinanza che caratterizza l’amicizia vera e che soprattutto oggi viene dimenticata o forse semplicemente data per scontato.
Un romanzo pieno d’amore, di citazioni, di confidenze, di dolcezza.
Un libro che entra nel cuore fin dalle prime pagine e che scivola via troppo velocemente tanto da avermi bloccata con le lacrime agli occhi verso il finale perché non riuscivo ancora ad abbandonare i protagonisti dove, le loro vicende e il vissuto narrato anche nelle lettere, mi portava a pensare a quello di un’amica o semplicemente della mia vicina di casa.
Un piccolo tesoro da custodire e che inevitabilmente ti spinge a prendere carta e penna per iniziare a scrivere una lettera che forse non sai ancora a chi spedire ma che racchiuderà indelebilmente una parte di te.
Sono sincera, non ricordo chi mi consigliò questa meravigliosa lettura ma ho memoria del perché.
Da quasi 10 mesi ho dato il via al progetto “Le emozioni in viaggio” dove la mia raccolta di poesie e pensieri ha iniziato a viaggiare per l’Italia accompagnata a due diari.
Chi partecipa a quest’esperimento racchiude nei diari una parte di sé che consciamente sa di rivelare ai prossimi lettori; una sorta di viaggio d’infinite lettere che entreranno indiscutibilmente nella vita di sconosciuti.
Insomma, direi che è un pò il filone di questo romanzo…voi che ne pensate?
Già che ci sono, invito a farsi avanti colui -o colei- che mi diede questo consiglio letterario; mi scuso per la mia dimenticanza ma sappi che te ne sono eternamente grata!
Ora tocca a voi leggere questo spezzato di vita ed emozioni; aspetto poi di sapere se vi ha spinti a scrivere una lettera…magari a me; chi lo sa!
Vi abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *